Comunicato stampa

La prima edizione dell’UCI Gran Fondo Suisse si terrà dal 26 al 28 giugno 2020 a Villars-sur-Ollon

È un percorso magnifico che parte da Villars-sur-Ollon, passa dal Col de la Croix (1.776m), dal Col du Pillon (1.546m) e dal Col des Mosses (1.445m) e termina con una seconda ascensione del Col de la Croix e un traguardo in cima alla salita che l’estate prossima, nel cuore delle Alpi di Vaud, farà la gioia dei ciclisti. «I partecipanti potranno inoltre scoprire la salita di Montbovon verso il lago di Hongrin, un gioiello nascosto della regione» afferma soddisfatto l’ambasciatore locale della bicicletta Alain Rumpf, che ha tracciato il percorso con il team Chassot Concept SA, organizzatore dell’evento.

Con 108 km e 2.591 metri di dislivello positivo su quattro ascensioni, l’UCI Gran Fondo Suisse non si rivolge solo agli agonisti agguerriti. Offre infatti un percorso ideale per una ciclosportiva di inizio estate anche agli appassionati di qualsiasi livello.

Ai partecipanti sarà proposta anche una corsa a cronometro di 11 km con 832 metri di dislivello positivo sullo stesso percorso della tappa del Tour de Romandie 2018. I ciclisti più esperti gareggeranno quindi contro il tempo di riferimento di 25’10’’ realizzato da Egan Bernal, vincitore dell’ultimo Tour de France.

Una gara per tutti sulle strade del Tour de Romandie

L’evento costituisce l’unica tappa svizzera dell’UCI Gran Fondo World Series, una serie di 30 gare approvate dall’UCI e organizzate in tutto il mondo. Gli atleti che si posizionano nel primo 20% della classifica di ciascuna categoria di età si qualificheranno per i Campionati mondiali UCI Gran Fondo che si terranno nel settembre 2020 a Vancouver, Canada. Per i ciclisti svizzeri e dei paesi limitrofi, questa sarà dunque l’occasione di qualificarsi per i Campionati del Mondo e aspirare alla famosa maglia iridata.

L’evento è organizzato da Chassot Concept SA, organizzatore del Tour de Romandie, corsa UCI WorldTour. I partecipanti potranno così beneficiare dell’esperienza di questa organizzazione ciclistica e sentirsi come professionisti durante l’evento. I signori Bärtschi e Rauch, rispettivamente direttore tecnico e direttore della sicurezza del Tour de Romandie, hanno infatti partecipato alla definizione dei percorsi e presenzieranno le gare. Richard Chassot, direttore generale del Tour de Romandie, ha confermato che: «In qualità di organizzatori, vogliamo offrire a tutti i ciclisti l’opportunità di vivere una gara da professionisti, su strade che conosciamo bene poiché Villars e le Alpi di Vaud ospitano regolarmente il Tour de Romandie.»

La bicicletta alla ribalta per tre giorni sulle Alpi di Vaud

Ad ospitare l’evento alla fine di giugno sarà la stazione di Villars, situata nel cuore delle Alpi di Vaud, a 1300 metri di altitudine. Vicina all’aeroporto di Ginevra e facilmente raggiungibile in treno e in auto, da più di 150 anni questa località offre una vasta gamma di attività sportive e di divertimenti alle famiglie e a visitatori di tutte le età, lontano dalla frenesia cittadina. Ai piaceri delle vacanze fanno da cornice un ambiente idilliaco e un panorama grandioso che si estende dal lago di Ginevra al Monte Bianco. La stazione turistica ha una lunga tradizione di ciclismo: ha organizzato a più riprese l’arrivo di tappa del Tour de Romandie e del Tour de Suisse. Ha inoltre ospitato numerosi ciclosportivi che percorrono le strade della regione. Villars offre nello specifico ai suoi visitatori molti percorsi per bicicletta da strada, mountain bike ed e-bike.

Sergei Aschwanden, direttore dell’Associazione Turistica Porte des Alpes, ha dichiarato questa mattina: «I partecipanti all’UCI Gran Fondo Suisse potranno vivere un’esperienza indimenticabile nelle Alpi di Vaud grazie a un organizzatore esperto». Ha inoltre ringraziato l’UCI per la sua fiducia. La regione ospita infatti la sede dell’Union Cycliste Internationale a Eagle. Una città che accoglierà anche i Campionati del mondo su strada UCI il prossimo anno, insieme alla vicina città di Martigny. Il sabato è previsto un ricco programma di animazione, con visite e iniziazioni al Centre Mondial du Cyclisme, dove verranno ritirati i pettorali.

Per finire, il presidente dell’UCI David Lappartient ha dichiarato: «Lo sviluppo delle gare di massa è molto importante per l’UCI, che è felice di accogliere l’UCI Gran Fondo Suisse a due passi dalla propria sede».

Le iscrizioni sono aperte da oggi a un prezzo preferenziale fino al 31 gennaio 2020 e il programma completo è consultabile sul sito www.ucigranfondosuisse.ch